Al momento dell’indipendenza dal Portogallo, avvenuta solo nel 1975, il Mozambico era uno dei paesi più poveri al mondo. Dopo un lungo periodo di conflitti armati, a partire dagli anni ‘90 (nel 1992 è stato siglato il trattato di pace che ha sancito la fine della guerra civile) ha vissuto una considerevole ripresa economica e sociale, che tuttavia non è riuscita ancora a ridurre la dipendenza del paese dalle importazioni di prodotti alimentari, né a migliorare in maniera significativa gli indicatori di sviluppo. La necessità di espandere le reti infrastrutturali, di stimolare la produzione agricola e di promuovere un’economia diversificata basata sull’esportazione continuano a rappresentare alcune tra le priorità per il Paese.

145 ragazze e ragazzi sono stati sostenuti a partire dal 2006, in più di 20 atenei dislocati in 16 diverse località del Paese, da Nampula a Beira, da Lichinga a Maputo. Fondazione Edu ha finanziato soprattutto studenti iscritti a corsi di Laurea attivi nelle seguenti aree disciplinari: scienze agronomiche, economiche, pedagogiche e informatiche. All’inizio del 2020 gli studenti che usufruiscono delle borse di studio sono 18.

I partner di Fondazione Edu per le attività in Mozambico sono i seguenti:

COMUNITA’ DI SANT’EGIDIO
Piazza Sant’Egidio, 3
00153 Roma
www.santegidio.org

VIS – Volontariato Internazionale per lo Sviluppo
Via Appia Antica 126
00179 Roma
www.volint.it 

 

Lo scenario della World Bank